coppia

coppia

Il termine coppia, in ambito sociologico, descrive una relazione interpersonale tra due individui. Si identifica generalmente in quei rapporti interpersonali in cui è presente confidenza, intimità emotiva, sentimentale, fisica ed erotico/sessuale.

Gli uomini provano un forte desiderio di condividere e amare, che generalmente viene soddisfatto all’interno di una relazione intima, di coppia.

Una coppia implica che fra due persone ci siano sentimenti di simpatia, amore e intimità fisica.

L’intimità fisica è caratterizzata da più fattori, quali amore romantico, attività sessuale o altro attaccamento appassionato. Questi fattori svolgono un ruolo centrale nell’esperienza umana complessiva.

L’intimità include la sensazione di sentirsi all’interno di un’associazione intima, personale e riservata e di appartenersi l’un l’altro. E’ una connessione affettiva familiare molto stretta con un’altra persona e il risultato è un legame che si forma attraverso la conoscenza e l’esperienza dell’altra persona.

Un’autentica intimità nei rapporti di coppia richiede dialogo, trasparenza, vulnerabilità e reciprocità.

A seconda della relazione instaurata e dai numerosi fattori sia interni sia esterni (per esempio ambientali), il livello di intimità all’interno della coppia può variare notevolmente. Studi recenti hanno dimostrato che la paura dell’intimità di coppia è inversamente proporzionale al benessere dovuto alla vicinanza emotiva e alla soddisfazione della relazione mentre è direttamente proporzionale alla solitudine e all’ansia.

Un altro studio, condotto su coppie conviventi coinvolte in relazioni da lungo tempo, ha mostrato come ci siano tre fattori principali che sono la causa di abitudini malsane all’interno della coppia: la cattiva influenza di un partner, la sincronia delle abitudini sulla salute, la responsabilità personale.

Tipi di intimità

Gli studiosi distinguono diverse forme di intimità, tra cui l’intimità fisica, emotiva, cognitiva e spirituale.

• L’intimità fisica include l’essere all’interno dello spazio personale di qualcuno, tenersi per mano, abbracciarsi, baciarsi, amoreggiare o altre attività di tipo sessuale.

• L‘intimità emotiva, in particolare nelle relazioni sessuali, si sviluppa in genere dopo che è stato raggiunto un certo livello di fiducia e sono stati stabiliti solidi legami di coppia. La connessione emotiva di “innamorarsi”, tuttavia, ha sia una dimensione biochimica guidata attraverso reazioni del corpo stimolate dall’attrazione sessuale, sia una dimensione sociale.
L’amore è un fattore importante nell’intimità emotiva. È qualitativamente e quantitativamente diverso dal gradimento e la differenza non è semplicemente la presenza o la mancanza di attrazione sessuale. Esistono tre tipi di amore presenti all’interno di una relazione: amore passionale, amore compagno e amore sacrificale.
L’amore passionale è caratterizzato dall’infatuazione, dall’intensa preoccupazione per il partner, da momenti di estasi e da sentimenti di euforia dovuti al ricongiungimento con il partner.
L’amore compassionevole include un legame autentico e duraturo, un senso di impegno e aiuto reciproco, un profondo sentimento di rispetto, di sentirsi orgogliosi dei risultati per proprio compagno e la soddisfazione che deriva dalla condivisione di obiettivi e prospettive.
L’amore sacrificale mostra la riconduzione della propria volontà all’interno di un’unione.

• Si parla di intimità cognitiva quando due persone si scambiano pensieri, condividono idee e traggono benefici dallo scambiarsi idee che possono essere sia simili o anche opposte.

• L’intimità spirituale implica un legame con la spiritualità.

Studi

Le prime vere e proprie analisi sociali cominciarono a partire dalla fine del XIX secolo, quando si iniziarono a utilizzare indagini empiriche per lo studio dei comportamenti delle persone.
I primi studi furono condotti limitatamente alle amicizie, al corteggiamento e ai matrimoni, mentre pochi riguardavano le relazioni.
Le relazioni intime furono al centro di numerosi studi solo a partire dagli anni ‘60 e ‘70 e oggi, sebbene il campo della scienza delle relazioni sia ancora relativamente giovane, le ricerche condotte da ricercatori di molte discipline diverse ne ampliano notevolmente il panorama.