Kama sutra

Kama sutra

Il Kāma Sūtra (sanscrito: कामसूत्र) è un antico testo indiano sul comportamento sessuale umano. Considerato come l’opera sull’amore più importante nella letteratura sanscrita, è scritto da Vatsyayana con il titolo completo Vātsyāyana Kāma Sūtra (“Aforismi sull’amore, di Vatsyayana”); si crede che l’autore sia vissuto fra il I ed il VI secolo, probabilmente durante il periodo Gupta.

Il Kamasutra è composto da 36 capitoli, organizzati in 7 libri e 64 parti, ognuna delle quali è scritta da un esperto nel rispettivo campo.

Contiene un totale di 64 posizioni sessuali rappresentate. Le posizioni hanno diversi nomi, molte collegate con degli animali.

Vatsyayana credeva che ci fossero 8 modi di fare l’amore, ognuno moltiplicato per 8 posizioni. Nel libro queste sono note come le 64 Arti. Il capitolo che elenca le posizioni è il più famoso e per questo è spesso scambiato per l’intera opera.

In realtà solo circa il 20 per cento del libro è dedicato alle posizioni sessuali. Il resto è una guida su come essere un buon cittadino e parla delle relazioni fra uomini e donne.

Il Kama Sutra descrive il fare l’amore come un’unione divina. Vatsyayana credeva che il sesso in sé non fosse sbagliato, a meno che non lo si facesse frivolmente.

Il Kama Sutra ha aiutato le persone a godere dell’arte del sesso in maniera più profonda e può essere considerato una guida tecnica al godimento sessuale, oltre a rappresentare una descrizione dei costumi e delle pratiche sessuali dell’India di quei tempi.

La traduzione inglese più conosciuta del libro è quella del 1883 di Sir Richard Burton in collaborazione con Forster Fitzgerald Arbuthnot.

L’edizione italiana di riferimento è quella del 2003 della casa editrice Adelphi a cura di Wendy Doniger e Sudhir Katar.