Orgasmo

Orgasmo

L’orgasmo è un insieme di reazioni neuro-muscolari di breve durata che si manifestano in corrispondenza del picco dell’eccitazione sessuale. L’orgasmo può essere indotto indifferentemente sia dalla stimolazione fisica, sia psicologica degli organi genitali.

Nell’uomo l’orgasmo si manifesta con l’eiaculazione mentre nella donna con delle contrazioni perivaginali e, occasionalmente, con l’eiaculazione femminile.

Nell’uomo, durante l’orgasmo, si verificano delle rapide contrazioni della prostata, dell’uretra e dei muscoli alla base del pene. Questi movimenti interni sono necessari per l’espulsione dello sperma. Subito dopo l’eiaculazione l’uomo entra nel cosiddetto periodo refrattario durante il quale non è possibile avere un ulteriore orgasmo, e la sua induzione forzata può in alcuni casi provocare dolore.

Nella donna l’orgasmo è dato dalla stimolazione del clitoride. Prima di raggiungere l’orgasmo si lubrifica la vagina e il clitoride viene irrorato di sangue e di conseguenza si dilata. Successivamente la zona si ritira verso l’interno, le piccole labbra diventano più scure, e si manifestano delle contrazioni della vagina e dei muscoli pelvici.

Gli orgasmi quindi sono sperimentati da maschi e femmine e sono controllati dal sistema nervoso involontario o autonomo. Essi sono spesso associati ad altre azioni involontarie, tra cui spasmi muscolari in più aree del corpo, una sensazione euforica generale e, spesso, movimenti del corpo e vocalizzazioni.

Il periodo refrattario è spesso un’esperienza rilassante, attribuita al rilascio dei neuro-ormoni ossitocina e prolattina e delle endorfine.

Gli effetti sulla salute riconducibili all’orgasmo sono diversi. Ci sono molte risposte fisiologiche durante l’attività sessuale, tra cui uno stato di rilassamento creato dalla prolattina, così come cambiamenti nel sistema nervoso centrale come una temporanea diminuzione dell’attività metabolica di ampie parti della corteccia cerebrale, mentre non c’è alcun cambiamento o aumento dell’attività metabolica nelle aree limbiche (cioè “al confine”) del cervello.

C’è anche una vasta gamma di disfunzioni sessuali, come l’anorgasmia.

Questi effetti hanno un impatto sulle visioni culturali dell’orgasmo, come le credenze che l’orgasmo e la sua frequenza/consistenza siano importanti o irrilevanti per la soddisfazione in una relazione sessuale e le teorie sulle funzioni biologiche ed evolutive dell’orgasmo.