Dolore al Clitoride? Da Cosa è Causato e le Soluzioni

Qui sul sito parliamo principalmente di piacere sessuale è vero.. ma c’è qualcosa che può decisamente ucciderlo: sto parlando del dolore al clitoride.

Prima che tu vada avanti a leggere voglio rassicurarti: non ti spaventare

clitorid

La maggior parte dei problemi al clitoride non sono problemi seri… anche se mi rendo conto che possano spaventare noi donne anche a causa della mancanza di informazioni su questo argomento così delicato.

Quindi in questo articolo voglio andare ad analizzare i possibili problemi al clitoride con te ed andremo anche a vedere insieme quelle che sono le soluzioni in modo da ridarti il sorriso fra le coperte ed andare ad evitare quelli che sono possibili motivi di imbarazzo con il nostro lui perché ci sentiamo in qualche maniera come difettate da un semplice problema fisico.

super clitoride

Dolore al clitoride: cause e soluzioni

Qui di seguito andiamo a vedere insieme tutte le possibili situazioni in cui potresti trovarti, da quelle più lievi e comuni fino ad arrivare a quelle più serie ma anche rare.

Dolore al clitoride

Partiamo dal migliore dei casi.

Molte donne si preoccupano se sentono dolore al clitoride dopo diversi giorni di attività sessuale, magari non necessariamente di coppia.

Strofinare a lungo un tessuto delicato come quello del clitoride può causare dolore. Se questo è il caso puoi applicare una crema specifica ogni 8 ore e magari potete prendervi una piccola pausa.

Vuoi Farla IMPAZZIRE a Letto?

Scopri 3 Tecniche Sessuali Segrete:

clitoride eccitato

Se volete prevenire questo problema in futuro è importante che durante i preliminari e il sesso vi assicuriate che il clitoride sia ben lubrificato. Se il tuo lui si informa sulla parte uomo di questo sito non dovrebbero esserci problemi:)

In caso contrario Giò ha scritto un articolo molto dettagliato per insegnare ai maschietti come stimolare il clitoride nella maniera corretta. Lo trovi qui se vuoi farglielo leggere.

Si lo so che lui dovrebbe arrivarci da solo a capire che ti deve fare felice a letto e so anche che a volte possa essere motivo di vergogna per noi parlare di questi argomenti con il nostro partner…. Ma con Giò stiamo facendo questo lavoro proprio per creare una maggiore e migliore comunicazione a letto che dovrebbe essere una componente indispensabile per vivere una vita sessuale serena e felice.

In fondo sono convinta che un pit stop (per usare una metafora che il tuo lui possa capire 😉 ) non vada neanche a lui vero?

E’ davvero così facile per lui usare le nostre stesse secrezioni vaginali come lubrificante naturale o investire qualcosina in uno dei tanti lubrificanti in commercio..

vestibolandia

Fra parentesi se tu hai un clitoride sensibile ti consiglio per esperienza personale un lubrificante a base d’acqua. E’ quello con cui mi sono trovata meglio ma al tempo stesso fai comunque le tue prove perché siamo tutte diverse.

Clitoride gonfio

Allo stesso modo, e spesso al mattino, per molte di noi il clitoride può risultare gonfio dopo preliminari, sesso e masturbazione.

Anche in questo caso non devi preoccuparti. Si tratta semplicemente di fluidi filtrati dai vasi sanguigni che vanno a finire nel clitoride.

Un paio di giorni e dovresti di nuovo essere pronta a divertirti con lui.

Ematoma al clitoride

In alcuni casi un po’ più rari il dolore può andare avanti fino a circa una settimana.

Questo può essere causato da una piccola quantità di sangue che va a finire nel clitoride come nel caso di un livido o di un ematoma.

clitoride ingrossato

Si tratta semplicemente di fermarsi per un po’ è il problema si riassorbe da solo come nel caso di un livido classico.

Queste possibilità sono quelle statisticamente più probabili ma ne abbiamo anche di più fastidiose che prendono il nome di vulvodinia. In questa condizione la vulva o parti di essa diventano più sensibili.

Oppure il problema potrebbe essere causato da una vestibolodinia, un’altra condizione di infiammazione delle terminazioni nervose.

Vediamo prima alcune problematiche più blande che potresti incontrare e poi ci concentriamo su quelle più fastidiose.

Prurito clitoridale

Questo di solito è dovuto a candidosi e comporta quasi sempre infiammazioni anche di altre parti della vulva.

E i rimedi per il prurito al clitoride sono piuttosto semplici…

Scopri come dare FORTISSIMI ORGASMI MULTIPLI alla tua donna, così forti da far vibrare tutto il suo corpo:

In questo caso si usano antibatterici per via locale o orale e anche il nostro partner dovrebbe seguire questo trattamento.

Per evitare questo tipo di problemi può essere anche utile pulire i nostri giocattoli con spray o salviette ideate apposta per questo scopo.

clitoride in inglese

Clitorite

La clitorite non è nient’altro che un infiammazione al clitoride.

Si tratta di qualcosa di raro se non è causata da candidosi ma, qualche volta, può essere anche causata da allergie dovute al contatto con agenti chimici come quelli che si trovano in saponi da bagno, creme vaginali e spermicidi.

In alcuni altri casi potrebbe essere causata da una lieve allergia al lattice se con lui usate il preservativo. In questo caso Giò ha scritto un articolo molto completo sui preservativi anallergici a cui magari potete dare un’occhiata insieme. Lo trovi qui.

Vuolvodinia e Vestibolidnia

Fino ad una ventina di anni fa i dottori erano ancora piuttosto all’oscuro su queste due infezioni estremamente fastidiose e andava a finire che la nostra povera amica malcapitata sentiva un sacco di dottori diversi e con diverse specializzazioni per sentirsi dire che il problema era nella sua testa.

A dire il vero succede ancora oggi in molti casi ma…

Oggi si è fatto qualche passo in avanti in più e, nonostante non ci sia una cura univoca, si stanno scoprendo diverse cure efficaci.

Se tu pensi di trovarti in questa situazione estremamente fastidiosa e che può creare un sacco di problemi legati ad insicurezze, autostima, e sentirci come difettate, o magari stai cercando di capire meglio quali sono i sintomi della vulvodinia ho scovato due video che spero possano darti una mano…

Come vedi qui non parliamo più di fastidio al clitoride o di prurito al clitoride ma di una vera e propria patologia che va trattata in maniera più seria di una lieve situazione di clitoride infiammato come abbiamo visto nei primi casi.

Come hai visto in questi due video che ho condiviso con te se tu sei alla ricerca di cure per la vuvlodinia o di una terapia per la vulvodinia un medico convenzionale potrebbe solo farti perdere tempo.

Se hai notato viene lasciato un indirizzo email all’interno di questi video. Magari è una buona idea quella di scrivergli in modo di appoggiarti all’esperienza di chi è già passata attraverso questo problema prima di te e in modo da evitare medici che potrebbero addirittura spingerti nella direzione sbagliata come abbiamo visto succedere ad alcune donne nel secondo video.

Oltre a queste patologie a volte c’è n’è anche un altra.. Si tratta della vestibolite, o meglio…

Vestibolite vulvare

Questa è un infiammazione vulvare che può diventare cronica e provocare dolore vulvare.

Questo dolore alla vulva può essere trattato ma visto che l’argomento è abbastanza complesso e, essendo che io non sono una dottoressa, ho trovato un paio di articoli interessanti su internet che possono darti una mano a chiarirti le idee.

In questi articoli trovi informazioni utili su:

  • I sintomi della vestibolite vulvare
  • E la cura della vestibolite vulvare

Li trovi qui e qui.

Vuoi far eccitare MENTALMENTE una donna a letto, darle EMOZIONI FORTISSIME e renderla "dipendente" da te?

Spero di esserti stata utile con l’articolo di oggi e se tu tu trovi in una di questo situazioni…

Ti faccio un grande in bocca la lupo,

Venere